Diventa Sostenitore Senza Frontiere.

DONA ORA

Niger

Il Niger presenta livelli elevatissimi di mortalità infantile. La principale causa di morte è la malnutrizione, che si collega in un circolo vizioso alle epidemie di malaria: la stagione delle piogge, in cui le zanzare si riproducono, coincide infatti con il picco della carenza di cibo, che indebolisce le difese immunitarie dei bambini. Per fare fronte a questa emergenza, MSF opera in 38 centri sanitari nel Paese. Ma portare assistenza medica non è possibile senza la disponibilità di acqua pulita, una risorsa rara in un paese interessato ogni anno da un lungo periodo di siccità. Per questo MSF ha lanciato nella regione di Guidan Roumdji, una delle più popolose, il progetto REFRESH, con l’obiettivo di recuperare 135 pozzi attualmente contaminati, così da garantire acqua potabile a 300.000 persone. Questi pozzi sono spesso resi inutilizzabili dalla presenza di batteri, sedimenti, usura. Dopo aver condotto una prima fase di diagnosi, MSF è attualmente impegnata nella riabilitazione.

SCOPRI DI PIÙ
Inserisci i tuoi dati, ti contatteremo.