Diventa Sostenitore Senza Frontiere.

DONA ORA
9 giugno 2016

QUI LE RAGAZZE DIVENTANO MADRI TROPPO PRESTO.

Eccomi in Bangladesh, anzi, eccoci in Bangladesh!

In questa missione c’è infatti anche Flavia, mia moglie, che come me in questi anni ha lavorato con Medici Senza Frontiere.

Siamo arrivati a Dhaka, la capitale, nella periferia a sud. Ai bordi di questa metropoli immensa c’è un quartiere di baracche chiamato Kamrangirchar. La città è cemento armato in costruzione, stradine di terra e fango che si percorrono solo a piedi e piccole case di lamiera in cui grandi famiglie vivono in pochi metri quadri.

Qui le ragazze diventano madri troppo presto e senza scelta.

Qui le donne sono spesso vittime di violenza, dentro e fuori le mura domestiche. Qui migliaia di persone lavorano oltre 12 ore al giorno in condizioni ad alto rischio.

È per questo che Medici Senza Frontiere ha aperto questo progetto un po’ particolare, per prenderci cura della salute di tutti loro.

Vogliamo garantire un aiuto psicologico ad adolescenti, donne vittime what slots to play di violenza e a chi più si trova in difficoltà. Vogliamo promuovere l’accesso e l’utilizzo dei servizi sanitari, offrire cure prenatali e assicurare con le nostre cliniche gravidanze sicure.

Avremo tanto da fare nei prossimi mesi e potremo continuare a farlo solo con il pensiero che siete voi, con noi a Kamrangirchar, a fare la differenza.

È proprio grazie al vostro sostegno che possiamo allargare le nostre attività e portare la voce e l’azione di Medici Senza Frontiere anche qui, dove la vita delle persone vale spesso troppo poco.

Andrea


← Torna al diario di Andrea

SCOPRI DI PIÙ
Inserisci i tuoi dati, ti contatteremo.