Diventa Sostenitore Senza Frontiere.

DONA ORA
26 giugno 2019

LE STORIE DI CHI CURIAMO

Cari sostenitori,

Ogni giorno qui a Beira incontriamo tante persone che, per motivi ogni volta diversi, hanno bisogno di cure e assistenza da parte del nostro staff per poter sopravvivere.

Ogni persona porta con sé una storia personale da ascoltare e comprendere per poter essere in grado di fare al meglio il nostro lavoro di medici, infermieri, ma anche di promotori della salute e logisti.

Sono proprio queste storie che oggi vogliamo condividere con voi.

È così che abbiamo incontrato le “cartozinas” di Beira, le lavoratrici del sesso. Donne spesso giovanissime come Maria, per le quali lavorare in strada è l’unico mezzo a loro disposizione per poter dare da mangiare ai propri figli. Quello che possiamo fare per aiutarle è spiegare i rischi del loro lavoro, fornire test e vaccini e continuare a visitarle di tanto in tanto per dar loro consigli utili per proteggersi.

Lavorando in ospedale ho la fortuna di incontrare ogni giorno tante persone, di conoscerle meglio, di creare con loro un certo legame. Persone come Pedro, che a causa dell’HIV ha sviluppato un sarcoma di Kaposi molto diffuso.

La parte più difficile di questo lavoro è quando purtroppo ti scontri con l’inevitabile verità: ci sono casi molto gravi che non è detto che guariscano. È veramente difficile abituarsi a queste dinamiche, soprattutto perché qui in Mozambico vedi persone morire per cause che invece in Italia riusciresti a curare.

La vera sfida è riuscire a fare il nostro lavoro al meglio con i mezzi che abbiamo a disposizione in missione. Una sfida che grazie al vostro continuo sostegno riusciamo a vincere ogni giorno.

Grazie davvero,
Elena


← Torna al diario di Elena

SCOPRI DI PIÙ
Inserisci i tuoi dati, ti contatteremo.