Diventa Sostenitore Senza Frontiere.

DONA ORA
11 ottobre 2013

Il nostro lavoro qui è anche merito tuo

Carissimi donatori,
mi trovo nel bel mezzo della missione a Concepcion nel nord del fiume Naya.

Qui, come sapete, dedichiamo il nostro lavoro alle popolazioni più difficili da raggiungere, che quindi non godono neanche di assistenza medica primaria.

Ti stai chiedendo il perché? La Colombia offre un sistema di assistenza sanitaria a tutti gli abitanti, ma queste zone sono difficili da raggiungere e questo porta al disinteresse delle istituzioni e a un conseguente allontanamento delle persone che non riescono a beneficiare dei servizi di cui hanno diritto.

Per questo organizziamo delle riunioni con le popolazioni e con i rappresentanti, con i professori delle scuole e con le donne che gestiscono a livello comunitario gli asili o che aiutano le mamme a partorire in casa.
In queste riunioni si trattano argomenti di primo soccorso sanitario e psicologico; insegniamo loro a riconoscere e trattare la malnutrizione e a prevenire le malattie portate da insetti o le micosi dovute a regole d’igiene non sempre rispettate o non sempre conosciute.

Nelle ultime settimane ci siamo anche concentrati sul trattamento della diarrea o di patologie respiratorie, affinché si riconoscano i segni di pericolo, e su tutte le attenzioni che deve avere una mamma in dolce attesa.

L’assistenza per tutta questa casistica è garantita dalla nostra presenza, ma non ci basta: vogliamo che queste persone siano sempre più autonome!

Ci stiamo adoperando con tutti i mezzi affinché si riesca a far capire l’importanza di un approccio responsabile alla propria salute e a quella dei propri figli, e perché tutti conoscano i loro diritti e doveri in ambito sanitario.
E’ un processo importante nel quale crediamo e che sta dando i primi risultati. Ma dobbiamo andare avanti e raggiungere il nostro obiettivo.

Sono sicuro che sarete al nostro fianco per questa ulteriore sfida, come sempre.

Un bacio grande da questa terra splendida.

Miguel


← Torna al diario di Miguel

SCOPRI DI PIÙ
Inserisci i tuoi dati, ti contatteremo.