Diventa Sostenitore Senza Frontiere.

DONA ORA
26 novembre 2013

Con le mani vuote e il cuore pieno

Ciao a tutti,
Come di consueto, vi scrivo da Buenaventura appena rientrato dall’assistenza portata lungo il fiume Naya, fiume che ormai avete imparato a conoscere!

Dopo aver superato un mese di ottobre difficile e con una stanchezza che sembrava invincibile, sono rinato, più carico di prima e pronto ad affrontare le sfide di Dicembre con tanta energia.
E’ stato un mese moto impegnativo, abbiamo affrontato parecchie urgenze che hanno coinvolto bambini sotto l’anno di età e donne in gravidanza che hanno richiesto trasferimenti immediati in strutture ospedaliere.

Voglio che sappiate che tutti hanno ricevuto le cure adeguate, prima da parte nostra, e in seguito in ospedale.

Dopo 7 mesi di missione ancora mi commuovo ogni volta ci riusciamo, credetemi, spesso con grandi difficoltà, ma ci crediamo sempre. Come dice il mio scafista Lulo: “ Miguel, nessun problema, siamo qui per questo e quindi faremo tutto il possibile”. Il mio Lulo…uomo straordinario….

Sono felice, soddisfatto, innamorato dei miei compagni e di quello che stiamo facendo, è davvero splendido.

Il mese prossimo è Dicembre, il 3 partiamo di nuovo, ci aspetta una nuova avventura, molte le persone che ancora attendono le nostre cure mediche.
“Salvare una vita è salvare il mondo”; ecco il motivo principe che ci porta fino qui ad affrontare spesso situazioni estreme. E che, come dice il mio amico psicologo Wilson, ci fa tornare da ogni missione “con le mani vuote ma con il cuore pieno”.

Grazie con tutto il cuore per starci accanto.

Vi mando l’abbraccio più forte possibile da parte mia e dei miei ragazzi.

Miguel


← Torna al diario di Miguel

SCOPRI DI PIÙ
Inserisci i tuoi dati, ti contatteremo.