Diventa Sostenitore Senza Frontiere.

DONA ORA
30 gennaio 2017

PIACERE DI CONOSCERVI

Ciao, mi chiamo Anna e sono un medico.

Lavoro con Medici Senza Frontiere dal 2014, anno in cui sono stata impegnata nei progetti in Sicilia e Gorizia per i migranti che attraversano il Mediterraneo e i Balcani. Mi trovo a Baraka da pochi giorni e sono venuta qui per dare una mano allo staff nazionale durante il picco epidemico della malaria. Ho scelto di partire con MSF in Congo perché voglio contribuire ad alleviare le sofferenze delle popolazioni più vulnerabili, in luoghi dove i bisogni sono tanti ma molto pochi sono i medici e gli infermieri che se ne possono occupare.

La mia famiglia è stata straordinaria ad accettare la mia scelta, vivono un po’ attraverso me la gioia che trasmetto ad essere qui e a fare quello che amo.

Ovunque qui, nelle corsie dell’ospedale, mi imbatto in storie incredibili che richiedono attenzione.

La mia missione è sì quella di salvare vite ma non solo, credo che sia soprattutto portare un po’ di speranza ai giovani pazienti e alle loro famiglie.  In un posto dove malaria, tubercolosi, colera e malnutrizione non risparmiano nessuno e aumentano il divario con il resto del mondo, la luce della speranza è necessaria. Per me non è solo un dovere ma è un privilegio stare qui ed essere testimone di una grande umanità la cui dignità è troppo spesso negata.

A presto,
Anna


← Torna al diario di Anna

SCOPRI DI PIÙ
Inserisci i tuoi dati, ti contatteremo.